LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
Report 2014

Prima parte - La politica istituzionale

Seconda parte - Il mercato dell'offerta

Terza parte - Le risorse del settore

Quarta parte - L'intervento pubblico

Quinta parte - Il mercato della domanda

Sesta parte - Il sistema produttivo

Settima parte - Il mercato del lavoro

Panorama internazionale

Focus

Approfondimenti

Istituzioni

Associazioni

Produzione

Testimonianze

fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» News

10/01/2018

Fuori tutto

Nel 2017 il cinema italiano ha incassato circa 89 milioni di euro in meno rispetto al 2016

La redazione


Il 2017 è stato l’annus horribilis del cinema italiano. L’incasso totale dei film nostrani (incluse le coproduzioni) in sala durante l’anno appena concluso è stato di 103.149.979 (17,64% del totale box office; -46,35% rispetto al 2016) per un numero di presenze pari a 16.880.223 (18,28% del numero totale dei biglietti venduti; -44,21% rispetto al 2016). Più nel dettaglio, cinemasala_281il cinema italiano ha incassato circa 89 milioni di euro in meno rispetto al 2016 per un numero di biglietti venduti inferiore di 13.3 milioni. Questi i dati del rapporto Anec sul ’Cinema in sala 2017’.Lo scorso anno, per la prima volta dal 2013, nessuna produzione nazionale ha superato i 10 milioni di euro d’incasso. I migliori risultati – L’ora legale e Mister Felicità – hanno incassato rispettivamente 10.3 e 10.2 milioni di euro. Nel 2016, l’anno migliore dell’ultimo quinquennio, i primi due risultati nazionali erano stati registrati da Quo Vado (65.3 milioni) e Perfetti sconosciuti (17.3 milioni). Il solo film di Checco Zalone aveva corrisposto circa il 34% degli incassi e il 31% delle presenze del cinema italiano dell’anno. Rispetto al totale box office, Quo Vado aveva invece un ’peso’ per il 9.9% degli incassi e per l’8.9% delle presenze.Complessivamente nel 2017 al box office italiano si sono incassati 584.843.610 euro per un numero di presenze in sala pari a 92.336.963. Rispetto al 2016 si è registrata una diminuzione degli incassi al box office dell’11.63% e un decremento delle presenze del 12.38%. Negli ultimi cinque anni, si tratta del secondo peggior risultato sia in termini di presenze che di incassi dopo la stagione del 2014 (box office: 575.247.515 euro; presenze: 91.526.747).Quanto al cinema americano ha invece incassato in totale 387.619.551 euro (66,28% del box office; +5,24% rispetto al 2016) per un numero di presenze pari a 60.125.924 (65,12% del numero totale di biglietti venduti; +3,37% rispetto al 2016). Seguono, dopo quello americano e italiano, il cinema inglese (39.7 milioni di euro incassati al box office; quota mercato: 6,80%; -18,35% rispetto al 2016), la produzione francese (24.7 milioni di euro incassati al box office; quota mercato: 4,23%; +112,11% rispetto al 2016) e quella tedesca (5.2 milioni di euro incassati al box office; quota mercato: 0,90%; -31,24% rispetto al 2016).Tornando al cinema tricolore, il mese più importante dal punto di vista degli incassi rimane anche nel 2017 quello di gennaio (15,26% del totale; il 20,91% nel 2016), quando sono usciti L’ora legale e Mister Felicità, seguito da dicembre (12.44%; 10,33% nel 2016). I primi 3 mesi dell’anno (gennaio-marzo) hanno corrisposto il 35,23% degli incassi di tutto il 2017 (il 39,70% nel 2016, grazie soprattutto al maggiore peso del mese di gennaio). I 3 mesi estivi (giugno, luglio e agosto) hanno invece ’pesato’ solamente per l’11,70% (l’11.90% nel 2016).Rispetto all’incasso suddiviso per mesi, il 2017 ha vinto il confronto sul 2016 solamente per 4 mesi su 12 (aprile, luglio, settembre e dicembre). I mesi più negativi sono stati gennaio, in cui è uscito Quo vado (-35,53%) e i tre mesi ’estivi’ di agosto (-24,06%), maggio (-23,50%) e giugno (-15,85%), risultato più basso dal 2012.

Torna all'elenco delle News

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di