LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
Report 2013

1ª PARTE - LA POLITICA ISTITUZIONALE

2ª PARTE - IL MERCATO DELL'OFFERTA

3ª PARTE - LE RISORSE DEL SETTORE

4ª PARTE - L'INTERVENTO PUBBLICO

5ª PARTE - IL MERCATO DELLA DOMANDA

6ª PARTE - IL SISTEMA PRODUTTIVO

7ª PARTE - IL MERCATO DEL LAVORO

FOCUS

TESTIMONIANZE

FILM COMMISSION

fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» Report 2013
Sesta Parte - IL SISTEMA PRODUTTIVO
IMPRENDITORI ATTIVITÀ E GESTIONE D'IMPRESA
Capitolo 9 - La società industriale
Il profilo societario

Un altro elemento significativo per tracciare l'effettiva fisionomia del cinema italiano rimanda alla veste giuridica delle società attive. Perché la supremazia delle società di capitali su quelle di persone e sulle ditte individuali continua a farsi sempre più sensibile – al ritmo di incrementi annui pari all'1% – dopo il sorpasso del 2008. La mettono in rilievo le statistiche dell'Agenzia delle Entrate (tavola 13), a riprova di una lenta ma progressiva strutturazione della rete imprenditoriale sotto l'aspetto patrimoniale e finanziario, in un processo di maturazione che tocca in netta maggioranza le case di produzione, dal momento che nel segmento della distribuzione questo consolidamento era già avvenuto da anni, mentre tarda sul versante delle società di gestione delle sale di proiezione.

cap09-13

cap09-14

La crescita delle società di capitali riscontrabile nei dati del fisco procede in sincronia con la decrescita delle ditte individuali e delle persone fisiche: dal 2006 al 2011 le prime sono aumentate di quasi 4,5 punti percentuali e le seconde sono diminuite per una quota pressoché analoga. In effetti la porzione maggiore di cessazioni evidenziate dal Registro delleImprese (tavola 14) fa capo alle persone fisiche e soprattutto alle ditte individuali, che da sole rappresentano in media negli ultimi cinque anni il 60% delle cancellazioni, contro il 20% delle società di capitali, il 15% di quelle di persone e il 5% di quelle costituite sotto altre forme giuridiche (fenomeno controbilanciato ancora dalla maggiore percentuale di nuove iscrizioni di ditte individuali e persone fisiche: oltre il 65%, ma rispetto a un totale di registrazioni sensibilmente inferiore a quello relativo alle cessazioni). Le quote inferiori al 50% assegnate alle società di capitali – oscillanti fra il 45% e il 46% – non devono ingannare, in quanto il sistema di monitoraggio Movimprese include nell'alveo delle "altre forme giuridiche" anche soggetti che il Codice Civile definisce come società di capitali (d'altra parte le ditte individuali e società di persone cumulano una quota inferiore al 47%).

 

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di