LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
Report 2013

1ª PARTE - LA POLITICA ISTITUZIONALE

2ª PARTE - IL MERCATO DELL'OFFERTA

3ª PARTE - LE RISORSE DEL SETTORE

4ª PARTE - L'INTERVENTO PUBBLICO

5ª PARTE - IL MERCATO DELLA DOMANDA

6ª PARTE - IL SISTEMA PRODUTTIVO

7ª PARTE - IL MERCATO DEL LAVORO

FOCUS

TESTIMONIANZE

FILM COMMISSION

fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» Report 2013
Terza Parte - LE RISORSE DEL SETTORE
POLITICA INDUSTRIALE E CESPITI AZIENDALI
Capitolo 6 - Il flusso e l'impiego di capitali
Finanza d’impresa e mezzi propri

L'autofinanziamento appare ancora oggi la fonte d'investimento prevalente nella realizzazione delle nuove opere. Lo è in misura netta nelle classi di costo inferiori, mentre la sua incidenza si riduce proporzionalmente (anche se in misura non diretta) alla crescita di quella dell'apporto derivante dal ricorso al tax credit nelle fasce di budget superiori. Ad alimentarlo è soprattutto il credito bancario, più a breve termine per le piccole e medie imprese, più a medio e lungo termine per le società di grandi dimensioni.
In linea con l'andamento rilevato nella cinematografia francese, alla copertura finanziaria delle opere ad alto budget concorrono maggiormente le compartecipazioni con altre società produttrici, le coproduzioni – in Italia come in Francia – con le società di produzione dei network televisivi (che se ne assicurano così lo sfruttamento sui canali TV) e la prevendita dei diritti, dalla distribuzione nelle sale a quelle nell'home theatre e sui mercati esteri, ma soprattutto sui circuiti delle pay tv e delle free TV generaliste o tematiche. Di solito si arriva a determinare sul mercato italiano (così come su quello francese) la quota d'investimento delle case di produzione – che restano comprese nelle classi più alte di budget fra il 25% e il 31% – per sottrazione delle altre fonti di copertura. Le principali sono due. I proventi delle operazioni di product placement, che sono state condotte nel 2013 su 40 film, hanno generatoun apporto stimato in 20,1 milioni di euro. I contributi a sostegno diretto dei film funde delle film commission regionali – 6,67 milioni di euro nel 2013, pari al 2,38% dei costi industriali totali – si sono sommati ai 18,17 milioni erogati dal Fus (10,80 milioni per i lungometraggi e 7,37 per le opere prime e seconde d'interesse culturale) corrispondenti al 6,48% e ai 2,67 milioni di aiuti comunitari (0,96%) portando la quota dell'apporto pubblico a 27,51 milioni di euro, pari al 9,81% e i costi industriali totali4.

4Le stime sono tratte dalla banca dati del Gruppo Dy's.

 

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di