LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
Report 2013

1ª PARTE - LA POLITICA ISTITUZIONALE

2ª PARTE - IL MERCATO DELL'OFFERTA

3ª PARTE - LE RISORSE DEL SETTORE

4ª PARTE - L'INTERVENTO PUBBLICO

5ª PARTE - IL MERCATO DELLA DOMANDA

6ª PARTE - IL SISTEMA PRODUTTIVO

7ª PARTE - IL MERCATO DEL LAVORO

FOCUS

TESTIMONIANZE

FILM COMMISSION

fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» Report 2013
Sesta Parte - IL SISTEMA PRODUTTIVO
IMPRENDITORI ATTIVITÀ E GESTIONE D'IMPRESA
Capitolo 11 - I risultati economici
L’analisi dei fattori e degli asset gestionali

In linea con i dati relativi al valore della produzione, anche quelli riferiti ai volumi di fatturato (tavole 15 e 16) e alla formazione di valore aggiunto (tavole 17 e 18) segnalano il regresso dell'industria del cinema in valori assoluti e il suo arretramento in termini di incidenza sulle attività complessive del settore audiovisivo. Rispetto alla contrazione del fatturato (-13,74%), quella registrata in termini di valore aggiunto nel 2011 sul 2010 appare percentualmente superiore (-18,11%), anche se la quota apportata nell'ambito del-l'audiovisivo (28,22%) risulta maggiore di quella rappresentata sul totale del fatturato(27,50%).

cap11-15

Nell'ambito del macrosettore dell'audiovisivo il valore aggiunto sembra trasferirsi sempre più nel settore radiotelevisivo e più precisamente, all'interno del circuito televisivo. Tutte le indicazioni lasciano intendere (almeno per quanto concerne il periodo 2008-2011) che i grandi network della televisione abbiano saputo e potuto agire con una certa efficacia intervenendo sulla struttura dei costi per comprimerne l'onere su ricavi rimasti nel quadriennio sostanzialmente stabili (prima della loro flessione nei due anni successivi), con variazioni limitate intorno all'1%, soprattutto attraverso la profonda rivisitazione dei propri palinsesti. Ma questa strategia gestionale non è di facile adozione da parte degli operatori dell'attività cinematografica, assai meno pianificabile di quella televisiva.

cap11-16

cap11-17

cap11-18

cap11-19

cap11-20

L'industria del film mostra in effetti di aver avuto qualche difficoltà (case distributrici a parte) a difendere i livelli di valore aggiunto del passato e le rilevazioni dell'Istat sottolineano l'andamento discendente anche di questi valori delle aziende di medie dimensioni da 50 a 249 addetti (tavole 19 e 20).

 

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di