LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
Report 2013

1ª PARTE - LA POLITICA ISTITUZIONALE

2ª PARTE - IL MERCATO DELL'OFFERTA

3ª PARTE - LE RISORSE DEL SETTORE

4ª PARTE - L'INTERVENTO PUBBLICO

5ª PARTE - IL MERCATO DELLA DOMANDA

6ª PARTE - IL SISTEMA PRODUTTIVO

7ª PARTE - IL MERCATO DEL LAVORO

FOCUS

TESTIMONIANZE

FILM COMMISSION

fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» Report 2013
Sesta Parte - IL SISTEMA PRODUTTIVO
IMPRENDITORI ATTIVITÀ E GESTIONE D'IMPRESA
Capitolo 10 - L'attività d'impresa
La struttura del comparto: chi produce che cosa

In questo scenario produttivo è mancata finora una traccia d'individuazione dell'attività primaria di tutte le società statisticamente assegnate ai segmenti di produzione, post-produzione e distribuzione, quantificate secondo l'ultimo censimento Istat del 2011 rispettivamente in 4.371, 730 e 259, per un totale di 5.360. Una mappa funzionale a dare una prima reale configurazione a questi segmenti è stata delineata dall'Agenzia delle Entrate che nel quadro dell'attività di revisione degli studi di settore ha analizzato i modelli per la comunicazione dei dati economici e finanziari rilevanti ai fini impositivi di un totale di 5.231 società. Tutte le imprese sono state distinte secondo il rispettivo core business, ossia sulla scorta dell'attività primaria dichiarata, assumendo quale parametro una quota pari ad almeno il 65% del fatturato (nella gran parte dei casi questa percentuale è in realtà superiore al 75%, anche perché è stato accertato che la produzione principale è dedicata nell'80% dei casi a un solo committente).

cap10-02

cap10-03

cap10-04

È scaturita così una mappa dettagliata della ripartizione delle imprese per tipologia di produzione e di committenza che permette di valutare che cosa venga effettivamente prodotto e da chi – ossia da quale numero di aziende – nei segmenti della produzione, della post-produzione e della distribuzione (tavole 2, 3 e 4). Grazie alla consistenza del campione – che si sovrappone in pratica per la sua consistenza al campo d'osservazione del censimento Istat – è così possibile individuare in concreto la morfologia e l'articolazione dei diversi ambiti operativi, a partire da quelli di produzione e post-produzione, a più alta densità di iniziative e di visualizzazione più indistinta, data la presenza in altissima percentuale di microimprese.

 

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di