LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
Report 2012

1ª PARTE - L'INDUSTRIA E IL MERCATO

2ª PARTE - L'ATTIVITA' D'IMPRESA

TESTIMONIANZE

fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» Report 2012
Seconda Parte - L'ATTIVITA' D'IMPRESA
IMPRENDITORI ARTISTI E TECNICI
Capitolo 6 - Il sistema produttivo
9. Quanto produce il sistema cinema

Nel panorama delle statistiche dell'Istat sui conti economici, sulla struttura e sulla competitività delle imprese italiane viene monitorata anche l'attività produttiva dei cineasti. Essendo frutto delle uniche rilevazioni cumulative disponibili, i dati dell'Istituto nazionale di statistica costituiscono la base d'analisi unanimemente utilizzata sebbene, come già precisato all'inizio nel paragrafo "L'anagrafe", rappresentino il risultato di indagini statistiche solo per la parte dedicata a tutte le aziende censite con almeno 100 addetti (quelle cinematografiche sono 95); per il resto sono invece frutto di stime. Tramite l'osservazione di un ristretto campione di unità, viene aggiornato di anno in anno il database riferito all'intero universo delle piccole e medie imprese, costituito grazie all'ultimo censimento sull'industria condotto nel 2001. E nel caso del cinema il processo di campionatura (descritto alla nota 2) porta all'esame di soggetti pari allo 0,09% delle società che contano da 0 a 99 addetti.

I DATI ECONOMICI DEL COMPARTO
La congruità e la valenza dei conti economici Istat emergono essenzialmente nella mappatura degli ordini di grandezza, attraverso cui si determinano i valori assoluti dei vari segmenti e comparti e quelli relativi ai volumi e alla significatività della loro produzione rispetto al complesso sia degli ambiti specifici di appartenenza sia dei settori cosiddetti allargati. Rappresentano inoltre il parametro essenziale per definire i cicli d'andamento delle attività, mentre l'individuazione uniforme dei campi d'osservazione consente di focalizzare, oltre che a breve anche a medio-lungo termine, i principali asset gestionali e operativi delle imprese e i fattori che ne influenzano e condizionano l'evoluzione.
Il primo elemento su cui si fonda in genere la valutazione di qualsiasi azienda o sistema produttivo è l'ammontare dei ricavi messo di anno in anno a bilancio. Le rilevazioni Istat fanno riferimento fino al 2007 al fatturato - generato dalla produzione caratteristica delle aziende, cioè intrinseco all'oggetto specifico della sua attività - e poi dal 2008 anche al valore della produzione, riferito a tutti i beni realizzati e all'attività complessiva dell'impresa (comprensiva di qualsiasi operazione creatrice di proventi), pertanto la valutazione dei dati secondo i diversi periodi temporali si basa sulla compatibilità dei parametri adottati in sede di rilevazione.

In merito alla struttura dei ricavi globali realizzati in complesso nei vari settori o macrosettori - dall'audiovisivo al sistema dei servizi di informazione e comunicazione - la base di confronto è ad esempio il valore della produzione, che in questa tipologia di attività corrisponde peraltro a una posta di bilancio superiore, ma in misura sempre contenuta, alla voce (quando presente) relativa al fatturato, ossia ai ricavi derivanti dalle gestione tipica dell'azienda, senza che questa differenza modifichi comunque i rapporti proporzionali rilevabili - per i vari profili di analisi finanziaria - sulla base dell'una piuttosto che dell'altra voce.
(tavola 34) evidenzia in ogni caso una riduzione delle quote del comparto cinematografico rispetto a quanto mostrano i dati relativi alla consistenza della rete di aziende (tavole 4 e 8) e dell'occupazione professionale (tavole 3 e 4 del capitolo successivo). Espressione di una capacità relativamente più contenuta di generare valore, il confronto fra i pesi percentuali riafferma tuttavia implicitamente - proprio per questo - la chiara valenza del cinema nel fare impresa e creare occupazione.

Il fatturato è invece di riferimento nell'analisi dei proventi realizzati nell'ambito specifico del comparto cinema e dei suoi quattro segmenti d'attività per il trend delineato dalla serie storica 2002-2010 (tavola 35) e a questa coordinata si uniformano di conseguenza l'elaborazione degli indici medi per impresa, la scomposizione per classi di addetti e quella su scala territoriale.

 

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di