LINGUA
Report 2014
Report 2013
Report 2012
Report 2011
Report 2010
Report 2009
Report 2008
fondazione ente dello spettacolo
tertio millennio film fest
cinematografo.it
» News

19/10/2012

Cinema: Mario Gianani "un produttore di cui fidarsi"

Simona Falcone


Sono queste le parole che pronuncia il regista Bernardo Bertolucci – durante un’intervista rilasciata in occasione dell’uscitabertolucci in sala del suo ultimo film – sulla professionalità del produttore Mario Gianani ,a cui è stata recentemente affidata la produzione di “Io e te”, il film che segna il ritorno dietro la macchina da presa del Maestro.
Nel 2001 insieme a Saverio Costanzo, Mario Gianani fonda con il nome di Offside la società di produzione con cui realizza, ma solo inizialmente, documentari e programmi “storici” per il piccolo schermo, tra cui, nei primi titoli, c’è la docu-soap “Sala Rossa” del socio Saverio Costanzo. La sintonia Gianani-Costanzo, è un sodalizio prezioso che porta la società ad avvicinarsi anche al mondo cinematografico, così nel 2004 con il marchio Offside, Gianani produce “Private”, lungometraggio d’esordio di Costanzo. Il film viene distribuito in quaranta Paesi ed è tra le opere filmiche più premiate degli ultimi anni: si è aggiudicato infatti il Pardo d’Oro al Festival di Locarno, il David di Donatello e il Nastro d’Argento. Tra i riconoscimenti attribuiti, il film di Costanzo vanta anche nel 2005, la selezione agli Oscar: un’avventura che non ha avuto l’esito sperato poiché il film viene considerato “poco italiano”. Nonostante questo però “Private” riesce ugualmente ad apportare il giusto valore alla società di produzione. Grazie al successo di critica e pubblico ed ai riconoscimenti ottenuti dai titoli prodotti, la Offside riesce in pochi anni a diventare un brand riconosciuto sul mercato cinematografico, dedicandosi da quel momento soprattutto al grande schermo. Tra il 2006 e 2007 Gianani produce il secondo film di Costanzo “ In memoria di me” – che nel 2007 viene selezionato al Festival di Berlino – e il documentario “In fabbrica” di Francesca Comencini, presentato al Festival di Torino 2007.
Un’ascesa inarrestabile per la Offside di Mario Gianani che, co-produce, nel 2008, insieme a Rai Cinema e Celluloid Dreams il film di Marco Bellocchio, “Vincere”. Nel 2010, ancora per la regia di Saverio Costanzo, è la volta di “La solitudine dei numeri primi” tratto dall’omonimo romanzo di Paolo Giordano, che contribuisce all’apprezzabile notorietà di produttore e regista.
Mario Gianani è ormai un nome importante dell’imprenditoria cinematografica, stimato da moltissimi registi del panorama italiano, per il suo forte intuito e per essere riuscito magistralmente a portare “in alto” molti dei titoli di punta della produzione italiana degli ultimi anni. Una professionalità indiscussa, tanto che nel 2012, dopo ben dieci anni di assenza dalla ribalta, Bernardo Bertolucci lo sceglie come produttore del suo “Io e te”.
Il film, interpretato da Tea Falco e Jacopo Olmo Antinori è ispirato all’omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti che firma la sceneggiatura con Umberto Contarello, Francesca Marciano e il regista. L’opera, distribuita in Italia da Medusa Film, è una produzione Fiction e Mario Gianani per Wildside s.r.l, quest’ultima fondata nel luglio 2009 come joint venture tra Wilder (che ha tra i soci fondatori Lorenzo Mieli), Offside e il duo composto da Fausto Brizzi e Marco Martani.

Torna all'elenco delle News

Copyright © Fondazione Ente dello Spettacolo / P.Iva 09273491002 - Soluzioni software e Ideazione grafica a cura di